Playmobil, addio al produttore Horst Brandstätter

Solo oggi è stata diffusa la triste notizia della morte di Horst Brandstätter, il papà adottivo dei famosi giocattoli della linea Playmobil. Horst Brandstätter aveva 81 anni e divenne presidente della società di famiglia che fabbricava giocattoli in metallo a soli 19 anni. Decise poi di cambiare i materiali e dedicarsi alla produzione di giocattoli in plastica, incontrò così Hans Beck che propose i suoi modellini. Brandstätter accettò la sfida e nel 1974 furono presentati alla Fiera Internazionale di Norimberga.
I Playmobil furono subito un successo, dopo soli 2 anni la produzione fu triplicata.

I primi modelli erano personaggi di sesso maschile; le figure femminili vennero lanciate solo dopo il 1976. Nel 1981 fecero la loro apparizione i primi bambini, di 2 centimetri più piccoli dei Playmobil adulti, alti 7,5 cm.
All’inizio solo testa, braccia e gambe dei personaggi erano in grado di muoversi. Bisognò infatti aspettare il 1982 perché anche le mani fossero mobili e capaci di girare. Si sono aggiunte in seguito nuove acconciature, più particolareggiate, e abbigliamento dettagliato che non era più di colore uniforme.
Nel 1990 fu lanciata la serie Playmobil 123, concepita per i bambini di età inferiore ai tre anni. I personaggi risultavano meno articolati ed erano sprovvisti di accessori che potessero essere ingeriti.

Chi non ricorda la pubblicità del Galeone, che veniva trasmessa negli anni 80?

Oggi i prodotti Playmobil sono leggermente diversi e attuali, eccone alcuni:

Playmobil 5135 – Galeone dei Pirati
Playmobil 6001 – Castello Dei Cavalieri Del Falcone [Novità 2014]
Playmobil 6039 – Catapulta dei Cavalieri del Leone
Playmobil 6957 – 1.2.3 Traghetto con Bimbi e Animali Marini
Playmobil 5539 – Approdo della Guardia Costiera con Faro